Come affiancare un bagno: una guida per principianti

Piastrellare un bagno non è un compito semplice.

Ci sono tonnellate di scenari diversi che possono richiedere abilità e tecniche diverse per creare una finitura impeccabile.

Tuttavia, se hai una buona idea dei processi coinvolti, di quanto tempo potrebbero richiedere e di alcuni dei problemi che potresti incontrare lungo la strada, ci sono tutte le possibilità che tu faccia un ottimo lavoro nel piastrellare il tuo bagno.

Cominciando dall'inizio. Dovrai sapere quali attrezzature sono necessarie per il lavoro.

Potrebbero essere necessari alcuni o tutti i seguenti strumenti, a seconda delle circostanze:

  • Occhiali
  • Livello di spirito
  • Scalpello
  • Martello
  • Adesivo
  • Grout
  • distanziatori
  • Tagliaunghie
  • Grout saw
  • Trinciatrice rotante
  • Coltello multiuso
  • Martello
  • Strumento raschietto
  • Smerigliatrice angolare con una ruota in muratura
  • Cazzuola per intonaco
  • Carta vetrata

In poche parole, ci sono quattro passaggi per garantire che la piastrellatura fai-da-te proceda senza intoppi:

  1. Prep adesivo
  2. Stendere l'adesivo con una spatola per intonaco
  3. Stendere l'adesivo con il bordo ruvido della spatola per intonacare per aiutare le piastrelle ad aderire
  4. Posizionare le piastrelle sull'adesivo con i distanziatori e battere con un martello per assicurarsi che sia sicuro.

Piastrellatura su un muro appena intonacato

Quando una superficie è stata recentemente intonacata, devi assicurarti che sia completamente asciutta prima di provare a piastrellare, altrimenti il ​​tuo "capolavoro" cadrà a sinistra, a destra e al centro!

Per cominciare, le superfici devono essere innescate per garantire che le piastrelle rimangano saldamente in posizione. Il tipo di primer necessario dipende dal tipo di adesivo che si intende utilizzare. Se vuoi garantire che le tue piastrelle rimarranno sul posto a lungo termine, NON utilizzare il PVA prima della piastrellatura!

È noto che il PVA si trova sulla superficie del substrato e si impregna solo parzialmente, il che significa che se le piastrelle si bagnano, il PVA diventerà appiccicoso e l'impugnatura inibita, causando la caduta delle piastrelle.

Quando si piastrella su una parete appena intonacata, le piastrelle devono avere un massimo di 16 kgm2 poiché l'intonaco non sarà in grado di sostenere un peso aggiuntivo. Tuttavia, se si desidera utilizzare una piastrella più pesante, si consiglia di esagerare con l'intonaco con un tabellone per fornire maggiore resistenza.

Allo stesso modo, il tipo di adesivo che può essere utilizzato dipende anche dalle dimensioni della piastrella. Se si utilizza un adesivo già miscelato, non è necessaria alcuna preparazione / primer. Tuttavia, non sono consigliate piastrelle di grandi dimensioni. D'altra parte, se si utilizza un adesivo a base di cemento, è essenziale innescare la superficie. Un primer acrilico sarebbe più adatto per questo lavoro, senza di esso possono accadere due cose; nessun stick o le piastrelle cadranno subito dopo l'applicazione.

Piastrellatura su piastrelle

Quando si piastrellano su piastrelle, è necessario considerare un elenco di controllo prima di continuare con il processo:

  • Assicurati che le vecchie piastrelle siano in buone condizioni, non scheggiate o rotte e che siano tutte saldamente fissate al muro. In caso contrario, reinstallare quelli che non lo sono in quanto ciò ti farà risparmiare tempo e denaro in futuro.
  • Se ci sono punti alti o punti di elevazione, questi dovranno essere appiattiti con l'uso di una livella a bolla d'aria e una smerigliatrice angolare con una ruota in muratura. Ciò conferirà alle piastrelle attuali una superficie ruvida, attraverso la rimozione dei vecchi vetri.
  • Rimuovere la vecchia malta utilizzando uno strumento raschietto.

Una volta completato questo elenco di controllo, applica le tessere normalmente.

Rimozione di piastrelle prima di ripetere la piastrellatura

Rimuovere le vecchie tessere può essere un compito pericoloso, con le tessere che cadono e spesso si rompono in pezzi estremamente affilati! Come tale, è essenziale utilizzare gli equipaggiamenti di sicurezza come precauzione. Avrai bisogno:

  • Occhiali protettivi
  • Guanti da lavoro
  • Panno sul pavimento per proteggere altre superfici

Il primo passo per rimuovere le vecchie piastrelle è rimuovere la malta con una sega, una trinciatrice rotante o un coltello multiuso.

Per rendere la tua vita un po 'più semplice, individua una piastrella più larga che cade con il minimo sforzo.

Per questa prima piastrella, rimuovere la malta da tutti i lati della piastrella fino a quando i distanziatori sono visibili in quanto ciò faciliterà il rilascio della piastrella. Una volta fatto, posiziona lo scalpello sotto la piastrella e tocca con il martello per facilitare la piastrella.

Se non funziona, prova a riscaldare la malta per ammorbidirla o inserisci un coltello per stucco per allentare la piastrella.

Continua a scalpellare le tessere, tuttavia, fai attenzione perché potrebbe distruggersi in più pezzi.

Quando tutte le piastrelle sono state rimosse, la superficie deve essere resa uniforme, anche con i distanziatori rimossi. Questo può essere fatto con un tagliacapelli o semplicemente levigando la superficie con carta vetrata.
Ciò consente quindi di completare il normale processo di piastrellatura.

Modelli di piastrellatura

Prima di affiancare una superficie, è necessario avere un'idea chiara di quale modello si desidera creare. Ci sono molti modelli tra cui scegliere, tutti significativamente diversi e adatti ad alcune stanze meglio di altri.

I quattro più popolari sono:

Il design dritto

Questa è l'opzione più popolare, per cui viene creato un motivo a griglia a causa delle piastrelle allineate diritte. Per ottenere questo aspetto, assicurati che le tue tessere abbiano tutte lo stesso numero di lotto per essere sicuri che i colori delle tessere siano identici. (Una leggera differenza di colore sarà visibile in un grande spazio.)

Il design in mattoni

Il design in mattoni è dove il centro di ogni piastrella è allineato con il bordo della piastrella sopra, rompendo il tipico motivo a tessere dritte. È un modello molto semplice, ma più attraente del design dritto.

Il modello diagonale

Più comunemente usato nelle cucine. Le piastrelle sono posate ad angoli di 45 gradi per creare la forma del diamante. È perfetto anche per i bagni più piccoli poiché la forma a diamante dà l'illusione che la stanza sia più grande di quanto non sia.

Il modello a spina di pesce

Un'ottima opzione per rendere le stanze piccole più grandi, tuttavia, questo design può rendere le stanze più grandi "troppo occupate". Questo modello crea una forma a "V" che si dice per invitare le persone nella stanza successiva.

La trama del cestino

Un classico look del 1900. Le piastrelle sono rettangolari e posizionate per creare quadrati. I set successivi sono disposti ad un angolo di 90 gradi rispetto al precedente, con piastrelle orizzontali e verticali che si alternano nelle righe seguenti. Questo fa sembrare le tessere come se fossero intessute e sovrapposte come un cestino

Scegliere le migliori piastrelle e materiali

Quando scegli le piastrelle migliori per il tuo bagno, ci sono diversi fattori da considerare. Innanzitutto, la posizione. Un bagno è una zona ad alta umidità, quindi le piastrelle in cemento, ceramica, porcellana o vinile saranno la soluzione migliore.

Prossima domanda, hai bambini o animali domestici? In tal caso, avrai bisogno di un pavimento con una resistenza all'usura eccellente come ceramica, laminato, porcellana, piastrelle in vinile o moquette. Ciò è dovuto al fatto che il legno massiccio viene facilmente graffiato e difficile da mantenere. Come per tutto, devi tener conto del tuo budget. Con un budget limitato, si consiglia un laminato di base, tuttavia, se si dispone di denaro per spendere legno esotico come il mogano o il laminato premium sarebbe sorprendente. Se hai un budget limitato, il montaggio delle piastrelle da solo ridurrà il costo quasi della metà! Se non sei abituato alla piastrellatura, scegli un materiale come il laminato o il vinile poiché è adatto a est.

Se hai poco tempo per pulire o se la pulizia non è la tua priorità, dovresti scegliere una pavimentazione che richiede poca manutenzione e resilienza, come vinile o laminato.

Il prossimo fattore da considerare è il colore. Quando scegli il colore, assicurati di coordinare le piastrelle con l'intera stanza, compresi i mobili. Attenersi a una tavolozza di colori neutri è una buona idea quando si tratta di pavimenti, poiché può durare a lungo e puoi aggiornare facilmente i mobili e gli accessori. Avere un pavimento chiaro può far sembrare la stanza più grande di quello che è, mentre i colori più scuri aggiungono calore. Considera quanta luce naturale ottieni quando i colori più chiari riflettono la luce e possono effettivamente rendere la stanza più scura.

La scelta di una malta

La malta liquida è una miscela liquida di cemento, acqua e sabbia, che viene utilizzata per riempire gli spazi vuoti e sigillare il giunto tra le piastrelle. Esistono tre tipi di malta liquida che è possibile utilizzare. La malta per piastrelle da parete non è levigata e viene utilizzata per spazi inferiori a 3 mm in quanto può essere spinta in linee più strette. Il problema è che si verificano incrinature quando asciugate a causa di una maggiore contrazione. La malta per piastrelle per pavimento è levigata e viene utilizzata su spazi maggiori di 3 mm. Con questa sabbia, si evita il restringimento e si ha meno probabilità di crepe. Quando si utilizza malta per piastrelle, si possono verificare graffi sulle piastrelle a causa della sabbia, quindi prestare particolare attenzione alle piastrelle se si sceglie questa malta.

La malta finale è una miscela speciale che contiene resine epossidiche. Inoltre è mescolato con un colorante che gli conferisce colore. Sebbene questa malta non danneggi le piastrelle in quanto non ha sabbia, è impermeabile e più flessibile, senza provocare restringimenti, è più costosa delle altre, quindi non è l'opzione migliore per chi lavora con un budget limitato.

Con la malta, puoi ottenere diversi colori. Alcune persone optano per lo stesso colore delle piastrelle in quanto ciò crea una finitura pulita, mentre altri preferiscono colori di malta a contrasto in quanto questo può dare un aspetto drammatico alla parete / al pavimento.

Speriamo che questi suggerimenti siano utili per il tuo progetto - Buona piastrellatura!

Edward Potter, Product Specialist presso Victorian Plumbing

Lascia Il Tuo Commento

Please enter your comment!
Please enter your name here